Disegni e modelli

In generale con il termine "design" si fa riferimento all'aspetto esteriore di un determinato prodotto che alla sua funzionalità. Ad esempio, dire che un'automobile ha un "buon design" significa sottolineare come il veicolo sia esteticamente piacevole, originale o accattivante, e nel contempo sia adatto a svolgere al meglio la funzione per la quale è stato progettato, in termini di aerodinamica, divisione dei volumi interni, ecc.

Anche dal punto di vista dell'impresa, progettare (verbo che non a caso in inglese si traduce in "to design") significa pensare e definire sia le caratteristiche estetiche sia quelle funzionali alla luce di elementi (spesso invisibili all'utente finale) quali il marketing, la fattibilità economica, la facilità di imballaggio e trasporto, la manutenzione, la possibilità di riciclaggio dei materiali.

In quest'ottica, è comprensibile che le imprese dedichino tempo e risorse elevati allo sviluppo creativo di prodotti di qualità, originali ed anche esteticamente validi, che possano differenziarsi dalla concorrenza e risultare il più possibile attraenti nel mercato di riferimento.

E' evidente che a parità di caratteristiche tecniche e funzionali, e a parità di costo, l'aspetto costituisce l'unica leva per ottenere il successo di un prodotto. Questa circostanza è tipica, ad esempio, nel settore dell'elettronica di consumo: televisori, telefoni cellulari, computer, ecc. hanno spesso caratteristiche tecniche sostanzialmente standardizzate e i prodotti si distinguono principalmente per il relativo aspetto.

In Italia nell'uso comune il termine design è quindi sempre più spesso utilizzato in relazione all'estetica dei prodotti.

La ricerca di un design originale può consentire di conquistare inaspettate quote di mercato, creare nuove nicchie, rafforzare l'immagine commerciale dell'impresa e la sua riconoscibilità. Per di più, ciò vale praticamente per ogni settore merceologico, sia per prodotti venduti su larga scala che per beni di lusso. Per questi motivi la protezione del design di un prodotto dovrebbe sempre rappresentare un elemento chiave della strategia commerciale di ogni imprenditore o designer.

Come si protegge il design? Il disegno o modello

In Italia la normativa vigente prevede alcuni strumenti per la tutela dell'aspetto dei prodotti.

Il più importante è senz'altro la registrazione di un disegno o modello, che può essere ottenuta presentando un'apposita domanda all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM).

La registrazione di un disegno o modello conferisce al titolare il diritto esclusivo di utilizzarlo e di vietare a terzi di utilizzarlo senza il suo consenso. In particolare ne deriva il diritto di escludere ai terzi la fabbricazione, l'offerta, la commercializzazione, l'importazione, l'esportazione o l'impiego di un prodotto in cui il disegno o modello è incorporato o al quale è applicato. Secondo il Codice di Proprietà Industriale CPI, i diritti conferiti dalla registrazione si estendono a qualunque disegno o modello che non produca nell'utilizzatore informato un'impressione generale diversa, tenendo conto del margine di libertà dell'autore nella realizzazione del disegno o modello.

Possono costituire oggetto di registrazione come disegni e modelli l'aspetto dell'intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento (art. 31 C.P.I.). Per prodotto si intende qualsiasi oggetto industriale o artigianale, compresi tra l'altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore.

Per essere protetto, un disegno o modello deve possedere i requisiti di novità e carattere individuale.

Un disegno o modello è considerato nuovo se nessun disegno o modello identico è stato divulgato anteriormente alla data di presentazione della domanda di registrazione. I disegni o modelli si reputano identici quando le loro caratteristiche differiscono soltanto per dettagli irrilevanti.

Il disegno o modello si considera divulgato se è stato reso accessibile al pubblico per effetto di registrazione o in altro modo, ad esempio se è stato esposto in fiera o messo in commercio prima della data di presentazione della domanda di registrazione.

Un disegno o modello ha carattere individuale se l'impressione generale suscitata in un utilizzatore sufficientemente informato (in relazione allo specifico settore merceologico) è diversa da quella prodotta da qualsiasi disegno e modello precedentemente portato a conoscenza del pubblico.

Dalla tutela come disegno o modello sono escluse le caratteristiche rispondenti esclusivamente ad una funzione tecnica del prodotto. Ciò significa che, anche se il prodotto ha una sua funzionalità, la tutela è conferita soltanto agli aspetti di design esclusivamente estetici o decorativi, mentre per gli aspetti tecnici innovativi del medesimo prodotto è possibile ricorrere, in aggiunta alla registrazione del disegno o modello, agli specifici strumenti di proprietà industriale previsti dalla normativa, quali i brevetti per invenzione e per modello di utilità. In pratica, se un'impresa produce lampade, non può impedire a terzi di realizzare prodotti concorrenti, ovvero lampade in generale, ma può opporsi alla fabbricazione di lampade aventi il medesimo aspetto.

La durata del titolo è di 5 anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda ed è prorogabile, con un rinnovo, per uno o più quinquenni fino ad un massimo di 25 anni.

Con una sola domanda può essere richiesta la registrazione fino a 100 disegni e modelli, purché destinati ad essere attuati o incorporati in oggetti inseriti nella medesima classe della classificazione internazionale di Locarno dei disegni e modelli. Ad esempio, durante la progettazione di una nuova linea di poltrone, numerose varianti (differenti per forma, colore, aggiunta di particolari) emerse in fase di progettazione possono vantaggiosamente essere incluse nella medesima registrazione.

Il deposito di un disegno o modello deve essere effettuato entro 6 mesi dalla data di prima divulgazione al pubblico, ad esempio sotto forma di volantini, brochure, internet, fiere, ecc..

La registrazione può essere richiesta dall'autore del disegno o modello o, se questi lavora presso un'impresa, dall'impresa stessa a patto che la creazione di tale opera rientri nelle mansioni dell'autore; in generale, il Richiedente può essere sia una persona fisica sia una persona giuridica.

Questi sono alcuni esempi di design comunitari registrati dal nostro studio:

Design cassone giardino     design caffettiera    design di sedia da giardino  

 

design tavolino         Design occhiali da sci       design presa elettrica  

 

design aerosol        design cestino rifiuti        design robot da cucina

 

design utensile da cucina             design revolver

Altre forme di tutela

Esistono altre forme di tutela delle caratteristiche esteriori di un prodotto.

Ad esempio, nell'ambito dell'Unione Europea, è possibile ottenere una protezione temporanea per disegni o modelli non registrati, per tre anni a partire dalla data in cui il disegno o modello è stato divulgato sul territorio dell'Unione. Tale strumento consente all'impresa di svolgere test commerciali e verifiche sul mercato senza affrontare i costi di registrazione, ricordando che dopo 12 mesi è in ogni caso impossibile procedere con la registrazione. I diritti derivanti da un disegno o modello non registrato sono tuttavia difficili da far vale in sede giudiziale e la protezione concessa ad un disegno o modello non registrato risulta ben inferiore alla tutela, certa e potenzialmente di lunga durata, fornita da un disegno o modello registrato.

Un ulteriore strumento (di recente introduzione) previsto dalla normativa vigente, utilizzabile in cumulo con la registrazione come disegno o modello, è la tutela attraverso il diritto d'autore. Tale diritto, che dura fino a 70 anni dopo la morte dell'autore, è però ottenibile soltanto nel caso in cui il disegno o modello presenti di per sé carattere creativo e valore artistico ed è attuabile solo contro violazioni volontarie dell'opera.

Ancora, se il disegno o modello ha nel mercato di riferimento la funzione di marchio, ossia consegue l'effetto principale di distinguerlo da altri prodotti concorrenti, è possibile proteggerlo anche come marchio tridimensionale o marchio di forma. Ciò vale nel caso in cui il disegno o modello, più che un valore essenzialmente estetico o ornamentale, possiede una forma inconsueta, arbitraria, di mera fantasia che lo dota di carattere distintivo. È questo il caso, per esempio, della bottiglia tronco-conica dell'aperitivo Campari Soda e della storica bottiglia di vetro della Coca-Cola, ritenute registrabili come marchi.

CampariCola

Infine, il disegno o modello è protetto anche dalle norme sulla concorrenza sleale che difendono il titolare da atti quali l'imitazione servile, lo sfruttamento della reputazione, le pratiche commerciali suscettibili di creare confusione nel consumatore.

Tutela all'estero

Un'impresa che intende esportare i propri prodotti all'estero, o intende dare in licenza la produzione o la commercializzazione degli stessi, è bene che valuti come ottenere diritti di esclusiva del design nei Pase di interesse.

Va ricordato che la protezione del disegno o modello ha carattere territoriale, ossia i diritti valgono soltanto nel territorio del Paese nel quale è stata effettuata la registrazione. Inoltre, in sede di giudizio, vigono le disposizioni di legge proprie del contesto territoriale nel quale è presente il contenzioso, le quali possono variare, anche in modo considerevole, da paese a paese.

Nel caso in cui si sia proceduto alla registrazione di un disegno o modello in Italia, è possibile usufruire di un periodo di 6 mesi durante il quale è possibile 'estendere' il disegno o modello con depositi all'estero rivendicando la priorità del deposito originario in Italia. Scaduto tale periodo, il disegno o modello non è più proteggibile in altri paesi in quanto privo del requisito di novità.

Esistono essenzialmente tre modi per ottenere la tutela di un disegno o modello all'estero:

- deposito di una serie di domande di registrazione nazionale in differenti paesi, ciascuna separata e indipendente dalle altre (con una conseguente notevole complessità);

- registrazione di un modello comunitario: è possibile con un unico deposito presso l'Ufficio per l'Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI), tutelare i propri diritti in tutti i 27 Paesi membri dell'Unione Europea; termini di durata e requisiti sono sostanzialmente identici a quelli previsti dalla normativa italiana;

- è possibile depositare, presso l'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI), un unico 'disegno o modello internazionale', ottenendo così in tutti gli Stati contraenti (tra i quali l'Italia) la stessa protezione che il modello otterrebbe da singoli depositi diretti in ogni singolo paese; è possibile designare l'Unione Europea nell'ambito di una registrazione internazionale, ottenendo nel territorio dell'Unione gli stessi effetti di un modello o disegno comunitario.

Perché registrare un disegno o modello?

Sono molti i vantaggi derivanti dalla registrazione di un disegno e modello: anzitutto la registrazione consente di acquisire un titolo di proprietà industriale che fornisce il diritto esclusivo ad incorporare tale disegno o modello in un prodotto, da far valere in caso di copia o imitazione non autorizzata da parte di terzi. Ciò consente di aumentare la propria competitività, rafforzare la posizione di mercato, di recuperare gli investimenti fatti per definire e sviluppare il prodotto, di disporre di un bene immateriale effettivamente commerciabile che aumenta il valore patrimoniale dell'impresa. Inoltre, i disegni e modelli possono essere ceduti in licenza (ad esempio per penetrare in mercati difficilmente raggiungibili) e complessivamente incoraggiano la concorrenza leale e lo sviluppo di una cultura commerciale corretta.

È consolidata nel settore la convinzione che la registrazione del disegno o modello rappresenti lo strumento di maggiore efficacia (spesso anche l'unico) validamente azionabile contro gli imitatori al fine di garantirsi l'esclusiva sui risultati di uno sforzo creativo e innovativo di carattere estetico.

È altresì risaputo come far rispettare i propri diritti di proprietà industriale sia un'attività complessa e articolata, che richiede competenze specifiche e la padronanza di una materia molto vasta e mutevole. Ciò vale senz'altro anche per i disegni e modelli.

Pertanto è bene rivolgersi a consulenti specializzati e di comprovata esperienza, in grado assistervi nella definizione della migliore strategia di tutela. Biesse S.r.l., con il suo staff di professionisti, affianca i propri clienti nella difesa dei propri design.